Home / blog / Bombanella Soundscapes si espande con la Regia B

Bombanella Soundscapes si espande con la Regia B

Nuovi obiettivi, nuove collaborazioni e nuovi spazi di lavoro

In questi 15 anni di lavoro ho sempre affiancato all’attività di registrazione e missaggio in studio le attività live di service audio e concerti, con una media di 30/50 eventi l’anno.

Negli ultimi tempi ho maturato la decisione di concentrare le mie forze nell’attività che preferisco e su cui negli anni ho fatto maggiori investimenti, quella dello studio di registrazione.

Ho venduto il mio fidato furgone con l’obiettivo di restringere sensibilmente l’attività live a service molto piccoli e vicini a casa, ad eventi in teatro in veste esclusivamente di fonico o ad eventi molto speciali.

Al fine di migliorare i servizi dello studio ho deciso poi di trasformare l’ingresso dello studio (ex sala relax) in una seconda regia, di fianco a questa nuova REGIA B una piccola stanza come isobooth.

A rafforzare questa mia scelta si è presentata la possibilità di una nuova collaborazione in studio con Irene Cavazzoni Pederzini.

Poco tempo è passato da una sua prima mail estiva in cui mi chiedeva di voler approfondire ed imparare tecniche di registrazione e missaggio, ad una sua partecipazione attiva ai lavori in studio che, da diversi mesi, la coinvolgono anche in modo creativo nella lavorazione di svariati dischi.

In sei mesi Irene è diventata una valida assistente e perfetta collaboratrice grazie ad un insieme di qualità: determinazione, capacità di ascolto, competenze compositive, informatiche, di programmazione e linguistiche.

Irene, oltre a poter lavorare in sinergia con me, utilizzerà questo spazio per portar avanti anche i suoi molteplici progetti di composizione e sonorizzazione, spaziando tra progetti per cortometraggi e videogame a progetti di ricerca e sperimentazione.

Umberto Maria Giardini, La Metralli, SATOYAMA, Daniele Faraotti, Duo Sconcerto, Mirada de Tango, Pandorea, Riccardo Aldini, Luca Tanfogli, Le Favole di Esopo hanno già sperimentato questa nuova possibilità di lavorare a quattro mani e quattro orecchie.

Regia B: tipologie di lavoro e strumentazione

Questa seconda regia, pensata e ottimizzata per lavorare ad arrangiamenti, orchestrazioni e preproduzioni, permette anche di poter velocizzare alcune fasi di lavoro dello studio e di poter contenere i costi complessivi di spesa di una band che viene qui a registrare.

Editing, ascolto e scelta delle takes migliori (comping), preparazioni delle sessioni per i mix, preproduzioni , back up e pulizia finale dei progetti. Tutte queste fasi di lavoro possono essere svolte ora da Irene contemporaneamente al lavoro che viene realizzato negli altri spazi dello studio.

La regia B è cablata con tutte le sale dello studio ed è in rete con la regia A. La daw che accomuna le control room è SAMPLITUDE PRO X4 di Magix.

Gearlist: Digital recorder: 6ch AD/DA Focusrite

2 ch AD/DA external Audiosophia

Roland A-880 8in8out Midi patcher

Preamp: 1ch Audiosophia PM7

1ch Bruco Tube

12ch Sony MU-X121

Roland M-12E

Monitor System: Yamana A-07 (mod) with

CME Acoustics M292, Audiosophia monovia

Outboard: dbxproject1,Alesis3630,

Instruments: MOOG The Rogue, Nordlead A1, Roland D50, Roland U-220, Roland D550,EMU PROTEUS 3 world, ENSONIQ ASR-10 sampler, YAMAHA PF80, YAMAHA SY99,

Software: Samplitude ProX4, SoundForge 11, Spectralayer 5, Logic Pro X

Virtual Instruments: NI Komplete, Arturia Collection III

Irene Bio

Irene inizia ad approfondire arrangiamento pop e composizione per immagini nel 2014 mentre ancora si sta laureando in lingue e contemporaneamente si iscrive al triennio di musica elettronica applicata presso il conservatorio Martini di Bologna, dove si laurea col massimo dei voti. Durante gli anni del corso ha modo di studiare orchestrazione e musica elettroacustica, senza farsi mancare una bella infarinata di produzione audio, formazione grazie alla quale è versatile e piena di idee.

Nella sua musica e nei suoi arrangiamenti è sempre presente il mondo elettronico (synth e rielaborazione audio) e un pizzico di composizione più classica, permettendole di toccare molte sonorità e generi diversi.

Oltre ad aver partecipato a numerose sonorizzazioni di spettacoli teatrali, installazioni e audiovisivi, nel 2018 scrive la colonna sonora del videogiocoDark Lord: The Duel” che utilizza come progetto di tesi sulla musica interattiva, per la quale ha ricevuto una menzione d’onore al premio dell’Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna.

Durante lo stesso anno collabora anche con alcuni studenti dell’Accademia del Cinema, scrivendo le colonne sonore dei corti “Tabù” e “Se Sara”.